Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘comunicazione’

Volete che i vostri uomini di prodotto dialoghino direttamente con le persone che useranno i vostri prodotti

Volete che il post vendita dialoghi direttamente con le persone che chiedono assistenza

Volete che gli agenti dialoghino direttamente con i prospects.

Okay allora non stiamo parlando di marketing, stiamo parlando di mobilitare l’intera azienda verso l’interazione continua con chi deciderà il destino del vostro business.

SI?

A questo punto il tema è: ” come si fa a collaborare con i clienti se non si è prima in grado di collaborare all’interno dell’organizzazione?”

I social tool sono lo strumento ideale per traghettare l’azienda verso le logiche 2.0 ma la collaborazione richiede un cambio culturale e organizzativo per la maggior parte delle organizzazioni e un salto di paradigma per la maggior parte degli impiegati.
Una volta che i vostri dipendenti avranno adottato i social media in azienda sarà più facile e naturale per loro espandere le loro interazioni includendo clienti, partner e più in generale il pubblico la fuori.

L’adozione delle logiche 2.0 è un viaggio.

un viaggio attraverso nuove dimensioni sociali ed emotive, in ambienti confortevoli (incredibile!!), che comprende un susseguirsi di benefits.
Bello no?

La prima tappa del viaggio è un semplice aggiornamento/miglioramento di processo.
non si cambia il modo di fare business, solo si valorizzano le interazioni esistenti tra silos diversi (già presenti).

L’introduzione dei social tools poi guiderà naturalmente le persone verso nuove modalità di interazione attraverso i diversi silos aziendali.

E’ così che si giunge alla seconda tappa del viaggio. Il momento in cui il cambio culturale è completato e l’ azienda è in grado di reinventare il modo in cui pezzi di business interagiscono tra loro per creare valore.

Quando infine si creeranno nuove interazioni con clienti, prospects e partner del canale allora ecco che avremo raggiunto la destinazione.

E questa terza tappa vede una radicale trasformazione del modello di business solo che sarà successo in modo naturale e, soprattutto, solo quando l’organizzazione e lo stesso business saranno pronti.

Riassunto:

La buona notizia dunque è che i benefici durano per tutto il viaggio. Attraverso i social tools si scambiano competenze e best practices, la conoscenza dell’azienda è trasversale e a portata di tutti.

Collaborando meglio e in modo più autentico l’impresa migliorerà nautralmente i processi, la rapidità nel decision making sarà sorprendente, l’innovazione diventerà una costante, l’effetto accelerazione sarà percepito dentro e fuori l’organizzazione.E tutto questo sarà solo la metà del divertimento.

L’altra faccia della medaglia:
La collaborazione richiede un cambio culturale e organizzativo per la maggior parte delle aziende e un cambio radicale di “stile di vita aziendale” per la maggior parte delle persone che ci lavorano.
Bisogna innanzitutto fare i conti con la trasparenza
Si proprio la trasparenza! Quella cosa di cui tutti si riempiono la bocca ma di cui, diciamoci la verità, dentro le nostre aziende si fa volentieri a meno.
La trsparenza cambia le regole, le convenzioni quindi il modo di lavorare.
La trasparenza prevede che si possa sbagliare (sic!!) e quindi implica la fine del modello “tiro al piccione” tanto in voga nelle aziende.
E’ la morte dei capri espiatori e pone l’enfasi sul modello, quasi sconosciuto ai più, della responsabilità individuale.

La trasparenza smaschera i mediocri, gli imboscati, mostra il vero volto delle persone.
Nel bene e nel male.
In regime di trasparenza difficilmente resistono le “facciate” soprattutto non c’è spazio per le cordate.
Allora, come la mettiamo???

Dunque per verificare se un’azienda è davvero pronta al salto verso l’universo 2.0 al posto della classica SNA (social network analysis) mi verrebbe da suggerire una SHA (SOCIAL HIPOCRISY ANALYSIS ) piuttosto che un assessment sul livello di diffusione del P.I.C MANAGEMENT (noto modello manageriale basato sulla cultura dell alibi e del Pararsi Il Culo).
Che per quello che è mediamente lo stato dell’arte mi fa pensare che più che un viaggio verso l’enterprise 2.0 introdurre il social network in azienda sia fattibile in italia come un viaggio SULL’ENTERPRISE, quella di star trek!

“Space… the Final Frontier. These are the voyages of the starship Enterprise (2.0). Its five-year mission: to explore strange new worlds; to seek out new life and new civilizations; to boldly go where no man has gone before.”

bzzzzz……

Read Full Post »

immagine2

se ne è parlato e riparlato e se ne parlerà ancora a lungo.

con i social media è cambiato il modo di comunicare il business.

Edelman pubblica The Social Pulpit la  social network analysis della campagna presidenziale di Obama.

ottima sintesi secondo me.

nb: ENGLISH is required

Read Full Post »