Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Guy Kawasaki’

Ne avevo già parlato qui poi è successo che Luigi Centenaro ha pubblicato i 9 passi del provetto Newtworker in italiano.

Non potevo non fare un upgrade!!

5 passi li trovate qui di seguito:

  1. Capire l’obiettivo. Darcy Rezac nel suo libro, “The Frog and the Prince“, ha scritto la miglior definizione del mondo del networking: “Scopri quello che tu puoi fare per gli altri”. In questo concetto risiede l’80 per cento del lavoro: i grandi Networker vogliono sapere cosa possono fare per te, non quello che tu puoi fare per loro. Se capisci questo, il resto è automatico.
  2. Esci fuori. Il Networking è uno sport analogico, di contatto. Non puoi farlo da solo via telefono o computer dal tuo ufficio. Magari li odi, ma sforzati di andare alle fiere, alle convention, ai seminari. E’ difficile che tu chiuda un grosso ordine con qualcuno che hai conosciuto solo online su MySpace o Skype. Esci e vai a stringere mani!
  3. Fai delle buone domande e poi chiudi la bocca. Il marchio di un buon conversatore non è quello di parlare tanto. E’ quello di far parlare tanto gli altri. Così i buoni Networker sono bravi ad ascoltare, non a parlare. Fai domande leggere tipo: “Cosa fai?”, “Da dove vieni?”, “Come mai a questo evento?”. Poi ascolta e stai zitto: ironicamente sarai ricordato come una persona interessante!
  4. Svela le tue passioni. Parlare di lavoro e basta è noioso. I buoni Networker svelano le loro passioni dopo che ti hanno conosciuto. I grandi Networker fanno leadership tramite le loro passioni. Le tue passioni ti renderanno una persona interessante: farai una buona impressione come l’unica persona che non parla solo dei chip 802.11 ad una conferenza sul WI-FI. Per quanto mi riguarda, se mai ci incontrassimo, le passioni sono: i bambini , il Macintosh, gli orologi Breitling, la fotografia digitale e l’hockey.
  5. Leggi voracemente. Per essere un buon Networker devi leggere avidamente e non solo le riviste più note, PC Magazine o il Corriere della sera. Hai bisogno di avere un’ampia base di conoscenza cui accedere durante le tue conversazioni. Anche se sei pateticamente senza passioni, puoi almeno essere ben documentato e capace di discutere su una certa varietà di argomenti.

Gli altri 4 andate a leggerli da Luigi!

have a good beekend. P*

Annunci

Read Full Post »

Non importa come vadano lavoro, carriera o l’economia in generale, avere un buon network oggi garantisce maggiore solidità, continuità quindi sicurezza nel lavoro.  Fare networking oggi è fattore igienico e non conviene aspettare i tempi duri per coltivare la propria rete di contatti.

alcune leggi del networking (detto anche “schmozing” – US):

PRIMO, non è chi conosciE’ CHI CONOSCE TE.

SECONDO, i grandi schmoozers non pensano mai ” cosa può fare questa persona per me?” ma – “COSA POSSO FARE PER QUESTA PERSONA?”

se comprendi questo il resto verrà da se.

Guy Kawasaki ha scritto “The Art of Schmoozing.” , il provetto networker in 9 passi [ENG required] imperdibile.

Read Full Post »